Green Carpet Fashion Awards 2020: di che si tratta e cosa aspettarci

All’inizio di settembre, Camera Moda Italia ha svelato il formato con cui si svolgeranno i Green Carpet Fashion Awards 2020. Si sente parlare di una “edizione digitale”, ma in cosa consiste questo evento?

Dal 2017, la Camera Nazionale della Moda Italiana ed Eco-Age (agenzia di consulenza sulla sostenibilità fondata da Livia Firth) conferiscono ogni anno un premio a stilisti, imprenditori ed artigiani che hanno incentivato la sostenibilità nel settore moda: i Green Carpet Fashion Awards.

L’intento di questa iniziativa riflette la capacità di bilanciare i cambiamenti auspicabili nella fashion industry e la conservazione di heritage ed autenticità di marchi grandi e piccoli.

L’organizzazione dell’evento lavora quindi all’interno del sistema moda, premiandone le eccellenze più responsabili ed innovative. Non è tra gli obiettivi dell’evento il racconto o la rappresentazione delle criticità ambientali e sociali correlate alle produzioni di moda.

I Green Carpet Fashion Awards hanno il supporto del Ministero degli Affari Esteri, della Cooperazione Internazionale e di ICE Agenzia. Non sorprende che Carlo Capasa, presidente di Camera Moda, colga l’occasione per rinnovare il suo incoraggiamento nei confronti del settore in Italia. “I Green Carpet Fashion Awards hanno sottolineato l’importanza della filiera italiana nella nostra industria. La moda nell’anno del Covid sta dimostrando cuore, forza e unità.” Intuizione lecita e giusta, ma non si stava parlando di sostenibilità?

Per quanto riguarda lo svolgimento della premiazione, Capasa prosegue: “Abbiamo deciso di realizzare un evento digitale perché vogliamo esserci con un messaggio di vicinanza e di speranza».

Il tappeto verde tecnologico sarà uno show all’avanguardia. Le celebrities e gli opinion leader internazionali appariranno sotto forma di ologramma, in contesti di realtà aumentata. Il “green carpet” verrà totalmente reinventato. È prevista una condivisione anticipata sui social e sul sul web di guardaroba ed outfit di ciascun ospite, che lancerà un appello per un’azione attiva in favore di una moda più sostenibile.

I GCFA saranno trasmessi su SKY il 10 ottobre, in Europa così come negli Stati Uniti e in Asia. L’anteprima mondiale è pianificata su YouTube, in corrispondenza con la Shanghai Fashion Week. 

Qual è il premio destinato alle eccellenze? Cinque persone riceveranno la statuetta Chopard, realizzata in oro etico – oltre che una consacrazione sull’altare della moda etica.

In conclusione, questa edizione dei Green Carpet Fashion Awards ha una portata non indifferente. Non solo perché digitale (in risposta alla situazione pandemica), ma anche perché chiamata a premiare in un contesto di difficoltà.

Al pari delle Fashion Week, condotte con ben altri intenti, sarà passibile di un severo bilancio, al netto del quale il risparmio di risorse, economiche ed ambientali, per la gestione di questi eventi potrebbe non essere sufficiente a gioire di una “svolta sostenibile”.

I Green Carpet Fashion Awards rimangono, ora come non mai, un simbolo ed un’autorità, votata a sollecitare un cambiamento nella fashion industry che deve e può partire dall’interno.

Andrea Solenghi
La costante esposizione con l’industria della moda e del lusso mi ha portato pormi molte domande sulle scelte dei brand. La mia collaborazione con Dress the change vuole portare alla luce tematiche di sostenibilità dal punto di vista degli “addetti ai lavori”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Share This

Copy Link to Clipboard

Copy