14 idee regalo per un Natale creativo e sostenibile

Se siete sopravvissuti al bombardamento di newsletter ed offerte del Black Friday, è il momento giusto per riflettere (con calma, senza la pressione di codici sconto che scadono) sui regali di Natale.

Per molti, l’obbligo del dono è uno sforzo che rovina lo spirito stesso del gesto. La buona notizia è che, con i giusti suggerimenti, fare un regalo torna ad essere un atto personale e, prima di tutto, un piacere per se stessi.

Ecco di seguito una lista di idee regalo semplici e creative, ovviamente allineate ad un consumo consapevole e sostenibile.

1. Patagonia: The Cleanest Line

Molto forte sul tema sostenibilità, a cui ha dedicato il blog The Cleanest Line, e qualità dei prodotti, Patagonia offre un ventaglio molto vasto nel settore abbigliamento tecnico/casual ed accessori. In questo caso, sotto le Feste e in clima invernale, Patagonia è la nostra ancora di salvezza per regali destinati ad un pubblico maschile. Molto interessante ai fini regalistici la sezione degli accessori in lana, come cappelli guanti, sciarpe e calze realizzati in fibre riciclate, prima tra tutte la lana. Facili da regalare sono anche tutti gli altri prodotti di maglieria, alcuni dei quali prodotti con materiali e tecniche innovative (ad esempio il Capilene®, poliestere riciclato melangiato con lana merinos per capi resistenti e confortevoli).

2. Veja: reinventing the sneaker

Altro grande nome che ha fatto della sostenibilità il proprio fondamento, Veja propone sneakers affidabili, estremamente curate, prodotte con materiali e tecniche a basso impatto ambientale. Sul sito del brand è disponibile una dettagliata documentazione, presentata in forma di collage testo/immagini/video, sulle loro scelte e sul lavoro intrapreso negli ultimi anni. Regalare un paio di scarpe può non essere la scelta più sicura, in quanto la taglia e lo stile sono caratteristiche molto personali, tuttavia nel caso in cui ci fosse la possibilità di verificarli, le sneakers Veja sono sicuramente un prodotto molto apprezzabile e durevole.

3. Altromercato: il mercato come dovrebbe essere

Su Altromercato, piattaforma italiana di commercio equo e solidale, guardiamo direttamente alla sezione “mangia e bevi”. Sono presenti anche molti altri prodotti per la casa, tessili ed oggetti, ma la parte più interessante e particolare per un regalo natalizio è forse quella relativa ai cibi da tutto il mondo. Natale è per eccellenza il periodo dei dolci, per cui cosa ci vieta di regalare del cioccolato biologico proveniente da una comunità del Perù? Per un destinatario-chef si può pensare anche ad un mix di spezie indiane o dello Sri-Lanka.

4. Colvin: fiorai online di fiducia

Colvin offre un servizio unico di consegna a domicilio di bouquet freschi con una selezione di fiori molto curata. Sul sito è possibile scegliere degli abbinamenti preimpostati oppure affidarsi alla “Florist choice”, la scelta del fiorista, che comporrà di volta in volta un bouquet stagionale diverso. Di recente è stata aggiunta la sezione piante, suddivise per dimensioni e facilità di cura, già invasate e pronte per essere regalate.

5. COCO-MAT: sleep on nature

Coco-mat è un’azienda greca che offre complementi d’arredo e biancheria per la casa in fibre naturali. La varietà di prodotti spazia dall’ambito tessile (cuscini, tappeti, asciugamani, lenzuola) alla falegnameria. Lo stile di Coco-mat è privo di fronzoli, contemporaneo ed ispirato alla semplicità dei materiali. Parlando della loro fabbrica, dichiarano: “ha un impatto ambientale praticamente nullo, siamo in grado di riciclare il 95% degli avanzi di produzione”.

6. Krill Design: manifattura digitale diffusa

Rimanendo in tema complementi d’arredo, un’ottima idea potrebbe essere regalare una lampada. Krill Design è una startup innovativa che ha presentato al Fuorisalone 2019, all’interno della rassegna Design No Brand, una selezione di lampade scultoree realizzate in amido di mais (definito anche “bioplastica”) con una tecnica di stampa 3D. La produzione di queste lampade ha una filiera estremamente corta: la materia prima viene immessa in maniera diretta nella stampante 3D – che richiede poco spazio e può essere dislocata in diversi punti produttivi, tagliando costi e sprechi di trasporto.

7. LUSH: fresh handmade cosmetics

È quasi irrealistico pensare che qualcuno ancora non conosca LUSH, l’azienda inglese di cosmetici fatti a mano con prodotti naturali. Quello che alcuni potrebbero non sapere è che questo brand ha, fin dall’inizio, aderito a politiche di rispetto della natura (nell’approvvigionamento di materie prime) e dei suoi dipendenti, promuovendo campagne di sensibilizzazione su temi di uguaglianza e giustizia sociale.
Non si tratta quindi di una trovata di marketing. Per quanto riguarda invece un papabile regalo di Natale, la varietà è davvero ampia. Il consiglio in merito di cosmesi rimane quello di scegliere qualcosa di non troppo personale, nel caso in cui non si conoscano alla perfezione i gusti del destinatario: maschere e scrub vanno sempre alla grande, accompagnati da creme corpo e sali da bagno.

8. Fjällräven (Kanken): lasciamo il campo-base meglio di come lo abbiamo trovato!

Per chi non conoscesse questo marchio di abbigliamento outdoor per la montagna e il trekking, forse può aiutare ricondurlo al classico zainetto rettangolare, in tessuto tecnico, con il logo della volpe (fjällräven in svedese) raggomitolata. Il celebre zaino ora è fatto in una fibra riciclata da bottiglie di plastica. L’azienda pone da sempre al primo posto il rispetto della natura e dei dipendenti, anche se – affermano – “non è sempre facile: bisogna fare dei compromessi. A volte dobbiamo dire no quando vorremmo dire sì”. Il brand è nato nel 1994 come progetto di ricerca e raccolta fondi per la ripopolazione delle volpi artiche in Svezia.

9. Daphine: il sentimento in un gioiello

Piccola azienda tutta al femminile, Daphine è un progetto londinese di gioielleria artigianale realizzata a Jaipur, in India. Lo stile di Daphine è un mix di heritage europeo ed orientale, mai troppo eccentrico, con toni tendenzialmente caldi ed ambrati. I prodotti sono placcati oro o argento ed hanno la garanzia di un anno.

10. Melidé: collaborazioni creative e sostenibili Melidé può fare al caso vostro se state pensando ad un regalo personalizzato. Questa piccola factory piena di risorse ha infatti una linea di magliette in cotone ricamate a mano (tutte appartenenti al programma Earth Positive Apparel: 100% organiche con emissioni di CO2 ridotte del 90%). Oltre alle magliette, nel loro shop troverete anche capi di maglieria, alcuni dei quali realizzati in collaborazione con BettaKnit, azienda produttrice di filati pregiati e kit/tutorial per chi vuole avvicinarsi a questo mondo. Due idee regalo in un colpo solo!

11. Treedom: regala un albero

Per un’idea regalo non convenzionale, Treedom si presenta così: “Un dono unico e speciale, adatto a qualsiasi tipo di evento, come nascite, matrimoni, lauree, o qualsiasi occasione voi vogliate. Con questo gesto, oltre a sorprendere il festeggiato, contribuirete a rendere il nostro pianeta un luogo migliore”. Treedom permette di piantare un albero a distanza e seguirlo online: ogni albero ha una pagina dedicata, viene geolocalizzato e fotografato, può essere custodito o regalato virtualmente a terzi. Grazie a queste caratteristiche, l’albero di Treedom coinvolge le persone e le collega a diverse parti del mondo.

12. Chilly’s Bottles: acqua fresca in movimento

La mission di Chilly’s è accelerare l’adozione e l’uso quotidiano dei prodotti riutilizzabili. Sostanzialmente si tratta di una bottiglia-thermos di alta qualità, che permette di sostituire l’utilizzo di bottigliette di plastica. L’azienda ha spinto molto sulla collaborazione con artisti ed enti di vario genere per personalizzare la superficie esterna delle bottiglie. Ad esempio, per la Giornata Mondiale degli Oceani del 2018, Chilly’s ha realizzato tre grafiche dedicate agli animali marini.

13. Feeling felt: conscious design made to be felt

Per gli amanti degli zaini e delle borse-contenitore, ecco un brand che realizza i suoi prodotti in feltro ottenuto dal riciclo di polietilene, proveniente dalla raccolta di bottiglie di plastica. É necessario ricordare che l’utilizzo di fibre sintetiche può essere positivo nel caso in cui siano riciclate ed utilizzate in seguito per prodotti che non devono subire continui lavaggi – come in questo caso uno zaino.

14. Cera Una Bolla: bottega olfattiva

Un grande classico dei regali di Natale è la candela profumata, spesso accompagnata da confezioni riutilizzabili al termine dell’utilizzo (sotto forma di tazze, vasi, etc.). Cera Una Bolla propone candele naturali in cera di soia, profumi per ambienti e tessuti, incensi di erbe, fiori e legni aromatici, complementi d’arredo in eco-cemento e legno.

Andrea Solenghi
La costante esposizione con l’industria della moda e del lusso mi ha portato pormi molte domande sulle scelte dei brand. La mia collaborazione con Dress the change vuole portare alla luce tematiche di sostenibilità dal punto di vista degli “addetti ai lavori”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Share This

Copy Link to Clipboard

Copy