Firma la petizione per il rinnovo del Bangladesh Accord!

Il 31 maggio 2021 il Bangladesh Accord potrebbe non venire rinnovato! Unisciti a noi per chiedere ai brand italiani di firmarlo nuovamente.

Il 24 aprile 2013 crollò l’edificio del Rana Plaza. In questo incidente persero la vita 1.134 persone e un altro migliaio ne rimasero ferite. Tale tragedia portò a smascherare il lato nascosto della moda e a diffondere tra i più la consapevolezza del sistema della fast fashion

Bangladesh Accord: accordo per la sicurezza negli edifici e la prevenzione degli incendi

La necessità di tutelare i lavoratori e le lavoratrici era ormai impellente. 

Il Bangladesh Accord (Accordo per la sicurezza negli edifici e la prevenzione degli incendi in Bangladesh) nasce in questo contesto. Tale accordo vincolante prevede un ente terzo che possa giudicare le condizioni di sicurezza delle fabbriche e verificare il rispetto dei diritti dei lavoratori e delle lavoratrici sul luogo di lavoro.  

Dal 2013, più di 1.600 fabbriche sono state sottoposte al controllo della sicurezza e più di 2 milioni di lavoratori e lavoratrici del tessile hanno potuto lavorare in edifici sicuri e sottoposti a manutenzione. Inoltre, più di 190 brand lo hanno firmato e si sono impegnati nel rispettare tali misure. 

Ora però tutto questo potrebbe finire!

#Riaccordiamoci

Il 31 maggio l’Accordo scadrà e i traguardi raggiunti in questi anni potrebbero svanire se non venisse rinnovato. 

Noi di Dress The Change, vogliamo chiedere ai brand (BenettonOVSArtsana (Chicco) e Prenatal Retail Groupe alle istituzioni italiani di mantenere il proprio impegno.

Per questo motivo abbiamo  promosso una petizione! 

Il Bangladesh Accord rappresenta la possibilità di cambiare il sistema produttivo della moda e abbiamo il dovere di salvaguardarlo! La vita e la sicurezza di migliaia di lavoratori e lavoratrici dipende da questo Accordo.

Firma la petizione, condividila tra i tuoi contatti e aiutaci a far firmare i brand!

#Riaccordiamoci #BangladeshAccord #ProtectProgress

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Share This

Copy Link to Clipboard

Copy