AutovalutatoDonnaMammaSportUomo

Quagga

Le risposte al questionario di autovalutazione di Quagga

Progetto Quagga: abbigliamento etico da plastica rinnovata. Marchio emblema dell’ecofashion, capi contemporanei di altissimo valore estetico funzionali ed ecosostenibili.

I LAVORATORI

Avete dei dipendenti?

No, solo soci attivi non retribuiti e collaboratori o consulenti.

Se si, quanti?

No dipendenti

L’azienda promuove un clima di lavoro interno all’azienda improntato a valori quali stima reciproca, rispetto, solidarietà?

Quagga nasce da un gruppo di amici con competenze differenti ma con una visione comune sugli aspetti principali che sono alla base della nostra attività: la responsabilità nei confronti dell’ambiente e quella nei confronti del tessuto sociale e del contesto in cui vengono confezionate le nostre collezioni. Con premesse simili non risulta difficile integrare le varie abilità con mutua attenzione al valore dell’altro, in un clima di rispetto e fattiva collaborazione.

La remunerazione dei lavoratori è dignitosa rispetto all’orario di lavoro e alle mansioni svolte?

Tutti, eccetto i soci che al momento non sono retribuiti e non hanno utile da suddividere e dunque svolgono in Quagga le proprie mansioni a titolo volontario e gratuito, sono retribuiti correttamente.

I lavoratori collaborano alla gestione dell’attività dell’azienda?

Non avendo subordinati né dipendenti, non ci è possibile rispondere.

 

LA FILIERA DI PRODUZIONE

Siete in grado di tracciare la vostra catena di produzione?

Quagga dichiaria in ciascun capo, per mezzo di una etichetta interna molto chiara ed esplicita, la filiera produttiva dalla fibra al capo finito ed indica il nome dell’azienda che collabora con il marchio e la sua dislocazione geografica, con una trasparenza che non ha eguali nel nostro settore.

Se no, dove trovate i maggiori problemi?

Nessun problema

Quanta parte della vostra produzione è Made in Italy?

100%

 

L’ATTENZIONE PER L’AMBIENTE

Nella scelta dei fornitori e dei materiali attivate criteri o procedure di scelta basati anche sulla sostenibilità ambientale?

Sempre, sono presi in considerazione tutti gli aspetti, diretti od indiretti, per rendere il più possibile sostenibile la nostra attività, anche dove siamo costretti a sostenere costi molto più elevati nell’avvalerci di fornitori di prodotti o servizi a km ridotto o materiali di maggior pregio con certificazioni ambientali.

Avete programmi particolari per la gestione dell’invenduto?

Avendo essenzialmente prodotti continuativi, Quagga generalmente inserisce l’invenduto nelle collezioni degli anni successivi con una riduzione del prezzo nell’ordine del 10-30%. Di fatto, avendo una produzione molto limitata e richieste superiori alle nostre capacità produttive, la merce invenduta interessa lotti davvero minimi e trascurabili.

Adottate un approccio di economia circolare attraverso una corretta gestione degli imballi, scarti, rifiuti e riduzione delle materie prime utilizzate?

L’ottimizzazione delle risorse e delle materie prime è stata una delle principali voci prese in esame per rendere sostenibile l’ offerta commerciale di Quagga; i capi vengono spediti ai clienti ed ai negozi con gli stessi involucri ed imballi utilizzati dal laboratorio di confezione per trasportare la merce al magazzino, e dove non fosse possibile, si integra con altri imballaggi ottenuti da riciclo di fibre cellulosiche. I residui di tessuto ed accessori complementari come zip, ovatte, bottoni, sono ceduti a titolo gratuito a laboratori o cooperative che li trasformano in complementi od accessori di abbigliamento (borse, abiti, cinture, accessori casa).

Adottate misure o attenzioni al contrasto al cambiamento climatico, per ridurre le emissioni di CO2 da voi prodotte?

La scelta di utilizzare solo ed esclusivamente tessuti riciclati attesta il nostro impegno ed attenzione alla riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra.

 

IL RAPPORTO CON I CONSUMATORI

Vi è, e se si di che tipo, un’interazione fra voi ed i clienti?

Il marchio Quagga viene gestito direttamente dai soci; uno di questi è costantemente disponibile nella relazione con il pubblico rispondendo personalmente alle domande, informazioni o altre richieste, via mail o tramite telefono; questa connessione efficiente, competente e cordiale ha contribuito fortemente alla formazione spontanea di una folta schiera di appassionati e followers che rivolgono a noi la loro preferenza anche negli anni successivi al primo acquisto, coinvolgendo altri familiari ed amici in base al semplice passa-parola. Gli stessi soci partecipano e presidiano nelle fiere di settore dove moltissimi dei clienti di zona ci avvicinano anche solo per conoscerci e per manifestarci il loro affetto.

Un secondo socio si occupa della gestione dei negozi rivenditori, ed anche in questo caso la relazione con i nostri rappresentanti di zona è basata sul rispetto e la stima reciproca, consolidata dalla conoscenza diretta ed al dialogo tra le parti; da segnalare che non promuovendo la nostra attività B to B, tutte le collaborazioni con i rivenditori nascono da richieste spontanee di questi che riducono il margine offerto loro da marchi concorrenti (da 2.3 a 3.0) per privilegiare le nostre collezioni rivendute con margini inferiori (2.0, ovvero prodotto acquistato da loro, per esempio, a 100 euro e rivenduto a 200).

Fornite ai vostri clienti le informazioni relative alla sostenibilità dei vostri prodotti e dei processi di produzione?

E’ la caratteristica che più di ogni altra ci distingue dai competitors; ogni capo presenta etichette interne dettagliate con certificazioni conseguite, codice etico, elenco fornitori con nome e sede delle aziende, regole per lo smaltimento del prodotto a fine vita, distribuzione del profitto.

Quagga  •  Facebook  •  Instagram  •  Twitter

Review overview

LAVORATORI9
FILIERA DI PRODUZIONE10
ATTENZIONE PER L'AMBIENTE9
RAPPORTO CON I CONSUMATORI9

Summary

9.3

Leave a Response