C&A è una società di grande distribuzione olandese attiva da 176 anni nel campo della moda.

C&A è la prima catena di capi di abbigliamento con un core business dedicato alla sostenibilità ambientale e sociale.

La filosofia del brand risponde a questa primaria esigenza “Crediamo che ogni nostra cliente abbia diritto a vedersi e a sentirsi bella con prodotti realizzati senza danneggiare i lavoratori o il pianeta e le sue risorse.

Per questa ragione abbiamo scelto di investire sensibilmente sulla sostenibilità. Fa parte di noi.  Con oltre due milioni di clienti al giorno, 60.000 dipendenti e più di un milione di lavoratori coinvolti nella produzione dei nostri capi, siamo consapevoli del nostro impatto e delle nostre responsabilità”.

C&A vuole rappresentare un punto di riferimento sicuro per i clienti i cui acquisti ed interessi siano indirizzati verso la sostenibilità.

L’attenzione verso l’ambiente e la sostenibilità ha portato C&A, lo scorso anno, ad essere  il primo fashion retailer a produrre e vendere un capo Cradle-to-Cradle Certified (TM) livello Gold, realizzato interamente in cotone organico certificato dal Global Organic Textile Standard (GOTS), realizzato in tessuto biodegradabile, privo di sostanze chimiche e realizzato responsabilmente, sia per chi lo produce che per l’ambiente.

Nel 2017 Textile Exchange ha nominato C&A per la quinta volta il più grande compratore mondiale di cotone organico certificato. Nel 2015 C&A è entrato a far parte della Better Cotton Initiative (BCI) e ha supportato l’Organic Cotton Accelerator per creare un mercato florido e stabile del cotone organico e del cotone più sostenibile, pensando al bene di tutti.

La catena di fornitura di C&A conta più di 1 milione di persone, impiegate presso 788 fornitori mondiali, che fanno funzionare più di 2.400 unità di produzione attraverso diversi Paesi e culture.

C&A si assicura  che le persone che realizzano gli abiti lavorino in un ambiente sicuro e pulito ed abbiano un trattamento equo e dignitoso.

La trasparenza nella catena di fornitura è essenziale e necessario per creare tracciabilità e responsabilità lungo tutta la catena di approvvigionamento dell’industria dell’abbigliamento. C&A ha pubblicato la lista dei propri fornitori mondiali di primo e secondo livello e promosso la cultura della trasparenza, integrità e responsabilità. Cosa è richiesto ai  fornitori di C&A è chiaramente depositato e comunicato nel  Codice di Condotta dei Fornitori e Linee Guida di Supporto e controllato attraverso regolari controlli dal team Sustainable Supply Chain (SSC), che comprende oltre 100 auditor in tutto il mondo. Il team SSC controlla le unità di produzione e le supporta nel loro percorso di continuo miglioramento.

C&A e la sua fondazione hanno creato strategie a lungo termine per poter guidare il cambiamento nell’industria della moda e lavoriano in collaborazione con altre importanti organizzazioni e ONG come Action, Collaboration, Transformation (ACT), il Bangladesh Accord for Fire and Building Safety e la Sustainable Apparel CoalitionHuman Rights Watch, il Dutch Textile Covenant [LINK], il German Textilbündnisl’Ethical Trading Initiative (ETI) e molti altri.

C&A rappresenta un esempio cui dovrebbero mirare tutti i grandi fashion retailer del mondo.

Le nostre clienti non devono trovarsi a scegliere tra vestirsi bene, sentirsi bene o fare del bene. Meritano una moda che faccia del bene anche alle persone che realizzano i loro capi e all’ambiente. La moda non deve richiedere nessuna decisione o compromesso e nemmeno nessun costo aggiuntivo alla cliente. La moda sostenibile deve diventare la nuova normalità”.

https://www.c-and-a.com/uk/en/corporate/company/newsroom/featured-stories/2016/for-the-love-of-fashion/

 

Leave a Response